a Nagoya grande successo delle Mappe dei Tesori d'Italia con MGM

02.02.2014 21:51

E' stata presentata ufficialmente a Nagoya il 13 dicembre 2013, presso la IBSC Hall della JETRO, l'attività dell'Associazione Le Mappe dei Tesori d'Italia in Giappone. Partner d'eccezione la MGM Alimentari di Milano, fondata da Maurizio Vaglia, che si appresta ad approdare al mercato giapponese con un nuovo concept commerciale fatto di iniziative speciali e prodotti selezionatissimi che puntano alla Qualità e al piacere di vivere il made in italy.
Food & Beverages - Fashion & Design – Intrattenimento - Turismo i quattro temi scelti dall'Associazione per la promozione del patrimonio italiano in Giappone, di cui la MGM si candida sicuramente come partner di punta per il settore Alimentare.
La risposta all'evento da parte della città è stata assolutamente sorprendente. Nonostante il periodo proibitivo per molti causa i numerosi impegni di fine anno, erano presenti i più importanti rappresentanti del contesto amministrativo, economico, artistico, finanziario e commerciale di Nagoya e della prefettura di Aichi. Una dimostrazione di affetto e di interesse da parte di tutti verso il progetto dell'Associazione oltre ogni aspettativa, che conferma il valore del made in italy  all'estero ma soprattutto l'amore da parte del Giappone per il nostro Paese, la nostra Cultura e la predisposizione degli abitanti di Nagoya per le nuove Business Opportunities all'insegna della Cultura e della Qualità. 

La rivista

Nagoya

L'aver scelto Nagoya per il lancio del progetto “Back to Culture – Back to Business” in Giappone ha due motivi fondamentali.
Il primo e più significativo è rappresentato senza dubbio dall'incontro con una Persona: Mr. Sakurai Haruyuki. Un Personaggio noto e stimato a Nagoya (e non solo) per la Sua carriera politica, la professionalità, affidabilità e coerenza. A lungo esponente di spicco dell'amministrazione della città è un personaggio che sbalordisce per il dinamismo, l'intelligenza, la simpatia, la diplomazia.

 

Profondo conoscitore e appassionato della Cultura giapponese ha il merito di aver raccolto intorno ad un progetto un pool di assoluto valore fatto di amici e di professionisti. Insieme a Sakurai san Mrs. Mizuhira Kazue, una donna altrettanto dinamica, solare, intraprendente e lungimirante, anch'ella noto e apprezzato personaggio politico della città, un concentrato di entusiasmo, eleganza e raffinatezza. Ascoltando Sakurai san e Mizuhira san si ha come la sensazione che gli abitanti di Nagoya abbiano una “fonte di energia nascosta”, un misto perfetto di ponderazione e di intraprendenza, di attenzione alle cose e di forza.

Il secondo motivo lo si trova nei numeri di Nagoya. Numeri importanti che l'Italia, ma anche il resto del mondo, ancora non sembrano saper leggere con la dovuta attenzione, concentrando di conseguenza attività internazionali e investimenti principalmente verso Tokyo, Osaka e Kyoto.

Nagoya, nominata nel 2008 dall'UNESCO Città del Design, è il cuore dell'economia più potente del Giappone. E' il motore del Giappone Centrale (che comprende le prefetture di Aichi, Gifu, Mie) con oltre 11 milioni di abitanti. Primo in Giappone per Reddito pro capite ha il prodotto Interno Lordo pari a quello della Svizzera, superando quello globale dello stesso arcipelago giapponese. Basti pensare che lo Shop di Louis Vuitton di Nagoya registra il maggior fatturato del Paese, nonostante la proporzione di circolazione delle persone nelle aree commerciali tra Nagoya e Tokyo sia di 1 a 14!
Nagoya significa Toyota, leader indiscusso al mondo nel settore automobilistico, con la sua divisione di lusso Lexus, così come troviamo nell'area alcune divisioni della Mitsubishi Motors.

Ma significa anche Central Japan Railway Company (JR Central), la compagnia ferroviaria che gestisce la maggior parte della rete locale, compresa la Tokaido Shinkansen con i suoi famosi treni super veloci, i più affidabili e puntuali al mondo.
A detta di tutti, quello di Nagoya per quanto capace e pronto ad investire in progetti importanti e all'insegna della Qualità di Vita, sembrerebbe il mercato più difficile del Paese in quanto selettivo, attento (definito spesso conservativo) e poco propenso ai salti nel buio. Sarà pur vero, ma la sensazione stando a Nagoya e interagendo con essa è che un passo alla volta, fondendo i valori della tradizione con la forza e la creatività delle nuove generazioni, stia gettando le basi per un appuntamento con il futuro sempre più consistente dai risvolti stupefacenti. Citiamo le parole  dell'attuale Sindaco Kawamura in una recente intervista “...ritengo che la città, con la sua Storia antica e prestigiosa, patria tra l'altro di Tokugawa Ieyasu, Toyotomi Hideyoshi e di Oda Nobunaga, sia abituata alle sfide e voglia raggiungere quanto prima la vetta del Giappone”...

 

I nostri ringraziamenti speciali vanno ad caro Mr. Kominami Kazuo, direttore e Producer di successo della Televisione più importante della città, la Nagoya Television. Dotato di una capacità di osservazione e di lettura delle persone fuori del comune, grande fiuto per il Business e assoluto attaccamento al lavoro degno di un vero Samurai, Kominami san ha apprezzato immediatamente il nostro progetto dedicandosi giorno e notte perché la città potesse accogliere e comprendere quanto stessimo tentando di costruire. A Lui va certamente il merito e la nostra più profonda riconoscenza per averci guidati in così poco tempo alla scoperta di una città splendida attraverso alcuni dei personaggi più importanti e significativi nel mondo dell'intrattenimento, del business e in particolare della cucina, nota come “Nagoya meshi”. Ogni incontro firmato Kominami si è rivelato, a suo modo, un incontro speciale....  Sakurai san, Mizuhira san e Kominami san sono le fondamenta del nostro progetto internazionale partito da Nagoya e rappresentano il significato stesso del concetto “Back to Culture – Back to Business”, con cui intendiamo appunto il ritorno alla Vera Cultura di Impresa, dove l'investimento di risorse e di energie è prima di tutto sulla Persona, sul contesto, quindi sul progetto. L'assistenza fornitaci dalla JETRO in fase preliminare e poi esecutiva dell'evento è stata impeccabile. La supervisione del Direttore Yamauchi Takashi (esperienza quasi ventennale negli Stati Uniti) e il coordinamento della gentilissima ed efficientissima Ogawa Tomoko hanno dato dimostrazione di una tale flessibilità e competenza degna delle migliori imprese internazionali.   L'International Business Support Center di Nagoya si è rivelata la scelta migliore possibile per il nostro ingresso ufficiale nella Business community del Giappone Centrale e sarà senza dubbio l'anello trainante delle nostre prossime iniziative in loco.